Al via il Trofeo Internazionale Cacciucco. Minirugby alla ribalta nei quartieri nord di Livorno

Minirugby, Prima Squadra

Il ‘Trofeo Cacciucco’ è l’unica manifestazione di rugby giovanile in programma a Livorno omologato dalla FIR. Il torneo, grazie alla presenza di una società della Corsica (il Lucciana), diventa da quest’anno internazionale. L’evento in oggetto, in programma martedì Primo Maggio, gode del pratrocinio del Comune di Livorno e della Regione Toscana e coinvolgerà, sul campo labronico ‘Tamberi’ (tutto il giorno) e sul terreno di gioco del Centro CONI di Tirrenia (nel corso della mattinata), circa 550 atleti. La manifestazione, riservata alle categorie under 12, 10, 8 e 6, è organizzata dagli Etruschi Livorno: la società verde-amaranto è orgogliosa di abbinare la palla ovale con il piatto tipico della cucina livornese, il cacciucco appunto. Non può che essere a base di cacciucco il menù del terzo tempo, che nella funzionale club house del ‘Tamberi’, verrà servito agli atleti (ed agli accompagnatori), nella tarda mattinata, durante la pausa agonistica tra la prima e la seconda fase del torneo. Iscritte alla manifestazione (alla seconda edizione: ‘rispettata’ la data del Primo Maggio), oltre ai padroni di casa degli Etruschi, anche Lions Amaranto Livorno, Valdinievole, i Titani Viareggio, i Puma Bisenzio, Lucca, Lucciana, Scuola Dosson Treviso, Piacenza Club e Brescia Oltremella. Dieci le squadre under 12, undici le squadre under 10, undici le squadre under 8 e sette le squadre under 6. I gironi eliminatori under 6 e under 12 si disputeranno a Tirrenia, tutte le altre gare (incluse le finali, al via dalle 14,50), al ‘Tamberi’. Alle 14,30, dopo il terzo tempo e prima della disputa delle partite di finale, la fanfara della Marina Militare intonerà l’inno d’Italia e l’inno di Francia (‘Marsigliese’ in omaggio agli amici del Lucciana). Un evento che va ben al di là del suo valore tecnico-sportivo. Tanti atleti (ed i loro accompagnatori), approfittando del ‘ponte del Primo Maggio’, domenica 29 e lunedì 30, alloggeranno a Livorno e, come ‘classici’ turisti, visiteranno alcune città della Toscana. Soprattutto saranno in tanti, giovani e meno giovani, a gustere il cacciucco preparato dai cuochi del ‘Tamberi’.

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page