La scuola Anchise Picchi, tutorata dagli Etruschi, campione d’Italia Under 11

Minirugby

Trionfo ai campionati nazionali under 11 riservati alle scuole primarie per le ‘Nazario Sauro’ dell’istituto comprensivo ‘Anchise Picchi’ di Collesalvetti, tutorate dal Rugby Etruschi Livorno. Il gruppo allenato da Carlo Ghiozzi ed accompagnato dalla maestra Maria Gabriella Cei ha vinto imbattuto il titolo italiano. Nella fase finale del torneo, svoltosi ad Ancona venerdì 25 e sabato 26 maggio, la rappresentativa colligiana ha dominato la scena. La compagine del ‘Picchi’ – formata da allievi della 5° A e della 5° B – ha ottenuto cinque vittorie su cinque partite. Una due giorni intensissima e davvero ricca di allori per i dieci piccoli-grandi giocatori, che dunque hanno ‘caricato’ sulle sponde dell’Adriatico il titolo italiano e se lo sono portati a Collesalvetti. Questi gli atleti campioni nazionali (cinque giocatori della 5° A e cinque della 5° B): Giorgio Cozzolini, Lorenzo De Luca, Francesco Parisi, Edoardo Parri, Samuele Serafini, Giuseppe Caputo, Federico Cicinelli, Gabriele Leoni, Sefedin Sabli, Andrea Stipcevich. Partite ‘seven’: squadre composte da sette elementi, con rotazioni continue e cambi senza limiti, come nel basket. Presenti nella città dorica oltre 2000 studenti-rugbisti per le varie categorie (under 14, 12, 10 e, appunto, under 11). Nel proprio girone eliminatorio del venerdì, i colligiani hanno battuto la selezione Valle d’Aosta ‘2’ 10-0 (ogni meta un punto), il Cittadella Marche 4-3 ed il Don Giussani di Ascoli Piceno 3-2. Poi, nella giornata di sabato, nel triangolare di finale, successo con la Valle d’Aosta ‘1’ 7-0 e con la scuola ‘Maggione’ di Perugia 3-2. L’eccezionale risultato premia gli sforzi effettuati dagli atleti, che con grande entusiasmo hanno partecipato, dall’inizio della stagione agonistica, al progetto tutorato dal Rugby Etruschi: in parte gli allenamenti hanno avuto luogo a Collesalvetti, ed in parte al campo ‘Tamberi’, in via Russo, a Livorno (dove non sono mancate partite con le prime medie delle Mazzini, delle Micali e Maria Ausiliatrice di Livorno e Fattori di Rosignano). Una ‘meta’ di grande prestigio: superfluo sottolineare la soddisfazione di tutte le componenti scolastiche che hanno contribuito al progetto e della società verde-amaranto, che da sempre collabora in modo proficuo con istituti di Livorno e delle zone limitrofe. Il lavoro paga sempre. Dieci e lode per i dieci giocatori-allievi, che così chiudono in modo memorabile i loro cinque anni vissuti nelle scuole primarie (o elementari che dir si voglia). Ora, con l’inizio delle scuole medie, potranno abbinare l’impegno scolastico con l’impegno (federale) rugbistico (con gli Etruschi, ovviamente).

Share this...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page