Recchi show, la Fulgida passa a Pontedera

Prima Squadra

Nella città della Piaggio, la Fulgida Etruschi Livorno ingrana le marce alte. La squadra verde-amaranto, sul campo del Bellaria Pontedera, ottiene una vittoria preziosissima, che potrebbe pesare tonnellate nell’economia del campionato. I labronici allenati da Daniele Campani si sono imposti 5-7. Punteggio bassissimo (una meta per parte), che testimonia l’andamento di un match tremendamente equilibrato, con difese arcigne e capaci di gettare sabbia negli ingranaggi offensivi avversari. In classifica 1 punto per i padroni di casa e 4 per gli ospiti. Questa, dopo due giornate, la situazione in graduatoria nel torneo della C2 toscana, girone ovest: Lucca 10 p.; Pistoia 9; Gambassi 6; Fulgida Etruschi Livorno 4; Rufus San Vincenzo e Bellaria Pontedera 1. Al termine di questa fase (8 turni alla fine), le prime 3 passeranno alla poule promozione. Domenica prossima i verde-amaranto ospiteranno il Gambassi. A Pontedera, al cospetto di una squadra di buon valore per la categoria, la Fulgida ha giocato con grande determinazione. Legittima l’affermazione dei livornesi che, alla luce di alcuni episodi sfortunati registrati nell’arco del match, avrebbero anche meritato un successo con un margine più ampio. Subito al 10′ si erge a protagonista il mediano di apertura dei livornesi Recchi. Il numero dieci verde-amaranto si impossessa dell’ovale nella propria zona difensiva, a ridosso della linea dei ventidue, scatta in modo irresistibile e termina la propria corsa in meta, sotto i pali ‘nemici’. Agevole la trasformazione firmata dalla stessa apertura: 0-7. In chiusura di frazione, cartellino giallo per il pilone ospite Bonaretti. Il Bellaria sfrutta la (momentanea) superiorità numerica per andare a bersaglio. La meta pontederese (contestata dagli antagonisti per un’infrazione non rilevata) non è condita dalla trasformazione: 5-7 al giro di boa del confronto. Nella ripresa, aspra battaglia su ogni pallone. La Fulgida festeggia la meta del terza linea Chiarugi, con l’arbitro che però, su sbandieramento del segnalinee (dirigente dei pontederesi), torna sulla sua decisione e, dopo aver assegnato la marcatura, concede la touche ai locali. Nel finale, grande nervosismo (cartellino rosso per il trequarti verde-amaranto Bitossi e per un giocatore padrone di casa). La Fulgida, negli ultimi minuti, respinge l’assalto del Bellaria, difende con le unghie le 2 lunghezze di margine e si può coccolare una vittoria tutta d’oro. Lo schieramento protagonista a Pontedera: Amadori; Sanacore (1′ st De Robertis), Bitossi, Franzoni, Capobianchi; Recchi, Brilli; Campani Diego, Chiarugi, Ruffino; Bartoli V. (21′ st Frosini), Bonuccelli A.; Bonaretti, Peruzzi, Tognini (28′ st Ghiozzi). In panchina Macchi.