Fulgida non ce la fa con il Rufus

Prima Squadra

Le residue speranze della Fulgida Etruschi Livorno di acciuffare un posto utile per l’accesso nella poule promozione vengono cancellate ‘nel derby della costa’. I verde-amaranto, sul campo ‘Santa Costanza’ di San Vincenzo, contro i validi padroni di casa del Rufus, hanno perso in modo piuttosto severo, 34-5 (6 mete a 1). I sanvincenzini, con i 5 punti raccolti (0 punti per gli ospiti) accorciano le distanze in classifica dal Gambassi, battuto con un punteggio ‘cestistico’ (51-41; 8 mete a 7) sul terreno della capolista Lucca. Completa il quadro il successo esterno (5-8) del Pistoia contro il Bellaria Pontedera. Dopo 5 turni, al termine cioè del girone d’andata del raggruppamento toscano 1 di C2, questa è la situazione: Lucca 23 p.; Pistoia 19; Gambassi 13; Rufus 12; Pontedera 5; Fulgida Etruschi Livorno 4. Al termine di questa fase, le prime tre accederanno alle poule promozione, mentre le altre giocheranno la poule consolazione. La Fulgida – che tornerà in campo il 2 dicembre, per render visita al Lucca – sta lavorando in vista della poule consolazione. Coach Daniele Campani sta dando spazio a tanti atleti agli esordi nel mondo seniores. A San Vincenzo, tanti gli atleti che hanno festeggiato il loro debutto assoluto in C2. Brutto malanno alla spalla, rimediato in avvio di ripresa, dall’apertura Recchi, che, suo malgrado, va a raggiungere in infermeria i vari Ruffino, Trinca, Ghiozzi, Capobianchi e Chiarugi. La dea bendata non è benevola. Nella prima frazione, il Rufus sfrutta i palloni a disposizione e con 3 mete – nessuna delle quali condite da calci di trasformazioni – si issa sul 15-0. Nella ripresa, altre 3 mete (2 trasformate) per i padroni di casa. Per la Fulgida, meta della bandiera firmata da Mauro Incrocci, subentrato proprio al posto di Recchi. La Fulgida, ora, abbandonata ogni velleità di accedere alla poule promozione, può sfruttare le restanti 15 partite stagionali (le 5 della prima fase e le 10 della poule consolazione) per maturare significative esperienze. L’ampia rosa sta permettendo, nonostante le tante assenze, di provare nuove soluzioni. Il cammino non si ferma certo a San Vincenzo, nella partita che ha opposto le uniche due squadre della provincia della categoria. Lo schieramento battuto al ‘Santa Costanza’: Amadori; Sanacore, Bitossi, Franzoni, Colombi (31′ st Ascenzi); Recchi (3′ st Incrocci M.), De Robertis; Rossi, Demiri, Nobile (14′ st Bonuccelli F.); Marinari, Bartoli; Bonaretti, Peruzzi (11′ st Macchi), Frosini.