Fulgida non riesce con la capolista, ma si vedono progressi

Prima Squadra

Difficile fare di più. La Fulgida Etruschi Livorno, sul campo dell’imbattuta capolista Lucca, lotta con generosità, ma non riesce a sovvertire il pronostico sfavorevole. I rossoneri padroni di casa si sono imposti 45-7. I lucchesi, con i 5 punti raccolti, consolidano il primato in graduatoria. Per la Fulgida, che sta ormai lavorando in vista della seconda parte dell’annata (la cosiddetta ‘poule consolazione’), nessun punto in graduatoria. Domenica prossima, sul ‘Tamberi’, i verde-amaranto ospiteranno, alle 14,30 il Bellaria Pontedera. Nel corso della gara con il Bellaria (e anche nel corso della partita in programma sempre sul terreno di via Russo, alle 12,30, tra le squadre under 18 di Granducato Livorno e Union Versilia) è prevista la raccolta fondi a favore di Telethon. Il tutto a dimostrazione dei valori nei quali la società degli Etruschi crede e che vanno ben al di là di un risultato sportivo più o meno brillante. Il Granducato, come noto, è la franchigia livornese attiva dal 2015 e frutto del lavoro sinergico tra gli stessi Etruschi e i Lions Amaranto Livorno. La classifica dopo 6 giornate del girone 1 di C2 (il raggruppamento della Toscana occidentale): Lucca 28 p.; Pistoia 21; Rufus San Vincenzo 16; Gambassi 13; Bellaria Pontedera 10; Fulgida Etruschi Livorno 4. Al termine della 10 giornate di regular season, le prime tre disputeranno, con le prime tre dell’altro girone toscano, la poule promozione. Le altre, invece, giocheranno la poule consolazione. Chiudere la prima fase del torneo al quarto, al quinto o al sesto posto non comporta alcuna differenza. La Fulgida, abbandonate le speranze di guadagnare il passaggio alla ‘poule dei grandi’ sta sfruttando queste partite per far acquisire significative esperienze a esordienti e a semi-esordienti. Insomma, si sta seminando per raccogliere in futuro buoni frutti. A Lucca, la Fulgida ha giocato un discreto primo tempo. Severo, per quanto visto nella prima parte del match, il punteggio di 15-0 indicato dal tabellone. Di fatto, nei primi 40’, la capolista si è limitata a sfruttare le ingenuità degli ospiti per trovare i primi punti del proprio match. Nella ripresa, i verde-amaranto sono apparsi meno lucidi. Lucca ne ha approfittato per mettere in ghiaccio il bonus-attacco e poi per spiccare il volo: 45-0 ad una manciata di minuti dal termine. In dirittura d’arrivo, per i labronici, meta della bandiera siglata da Borella, condita dalla trasformazione di Mauro Incrocci. Anche a Lucca, l’allenatore dei verde-amaranto Daniele Campani ha dovuto fare i conti con un’infermeria particolarmente affollata. Lo schieramento livornese: Amadori; Florio, Incrocci M., Franzoni, Gaye; Sanacore, Brilli; Ruffino, Demiri, Nobile; Bartoli, Marinari; Frosini, Bonaretti, Tognini. Entrati nel corso del match anche: Borella, Peruzzi, Macchi, Ascenzi.